28.09.2018 | In primo piano

Sulle orme dei campioni svizzeri

Il 15 settembre 2018 i nostri apprendisti, formatori pratici e professionali hanno visitato SwissSkills 2018. Singolarmente o in gruppo vi abbiamo inviato diverse domande a cui rispondere. Leggete come i nostri apprendisti hanno vissuto gli SwissSkills 2018.

Uno dei due compiti consisteva nel dedicarsi alla propria professione di insegnanti e osservare i partecipanti degli SwissSkills.

 

Domanda n. 1: Cosa vi è rimasto impresso?

Florence Gammeter, apprendista polimeccanica, 1° anno di apprendistato:

La cosa che mi ha colpito di più è stato il fatto di vedere i partecipanti concentrati su sé stessi. Non guardavano quello che facevano gli altri.

Nicolas Gerber, apprendista meccanico di produzione, 2° anno di apprendistato:

Mi ha molto impressionato la velocità, nonostante la mancanza di spazio.

Dario Flükiger, apprendista tecnico di automazione, 1° anno di apprendistato:

Sono rimasto molto colpito dal clima frenetico della competizione. I partecipanti erano anche molto veloci, alcuni ricordavano la posizione di tutti i loro utensili.

 

Domanda n. 2: Descrivere le attività - Confronto tra lavoro quotidiano e competizione

Silvan Feldmann, apprendista tecnico di automazione, 3° anno di apprendistato:

Il concorso mi ha ricordato molto il mio esame parziale. Gli esperti osservano sempre quello che fai e ti senti molto sotto pressione. Non potrei lavorare in modo produttivo davanti a così tante persone. Preferisco di gran lunga il mio tranquillo posto di lavoro.

Roman Bichsel, apprendista polimeccanico, 2° anno di apprendistato:

Le attività al campionato delle professioni e nella vita lavorativa quotidiana sono abbastanza simili. Anche lì devi girare, fresare e trapanare. La differenza rispetto alle mie mansioni è il fatto che loro devono svolgere un lavoro di tipo pneumatico e anche lavorare o programmare principalmente su macchine CNC.

Diverso dal lavoro di tutti i giorni è anche il fatto che migliaia di persone ti guardano e tu non puoi permetterti semplicemente nessun errore e devi lavorare in modo molto concentrato e preciso.

Jan Gerber, apprendista di logistica, 3° anno di apprendistato:

Si tratta più di velocità che di qualità. Naturalmente anche questa viene valutata, ma la qualità è più importante nel lavoro di tutti i giorni.

 

 

Domanda n. 3: Quali caratteristiche sono importanti per avere successo in un campionato delle professioni?

Jonas Widmer, apprendista commerciale, 3° anno di apprendistato:

Hanno dovuto prima superare un test psicologico per partecipare agli SwissSkills. Ciò è abbastanza comprensibile se si considerano le condizioni della gara.

Joël Tellenbach, apprendista polimeccanico, 3° anno:

Un lavoro concentrato e molto preciso porta buoni risultati.

Mario Eymann, apprendista meccanico di produzione, 3° anno di apprendistato:

Un lavoro concentrato e accurato, così come leggere e comprendere rapidamente i compiti e i disegni sono caratteristiche importanti.

 

Nel pomeriggio, gli apprendisti e i formatori professionali si sono messi in cerca dei nostri utensili. I gruppi sono stati mischiati in modo che al loro interno vi fosse il maggior numero possibile di professioni e ciascuno potesse dare il proprio contributo con le proprie conoscenze del lavoro di tutti i giorni.

 

Domanda n. 4: Quale utensile veniva usato?

Dario Flükiger, apprendista tecnico di automazione,1° anno di apprendistato:

Soprattutto i giraviti VDE di varie dimensioni. Tuttavia, abbiamo anche visto molte chiavi a brugola con o senza codice colore. Tra le altre cose, i montatori di avvolgibili avevano costruito i propri utensili usando come base il giravite standard. Abbiamo visto che usavano steli molto lunghi.

Silvan Feldmann, apprendista tecnico di automazione, 3° anno di apprendistato:

I giraviti a taglio e con punta a croce sono stati i più utilizzati. Ma c'erano anche molti utensili speciali realizzati artigianalmente.

 

 

 

 

 

Florence Gammeter, apprendista polimeccanica, 1° anno di apprendistato:

Uno degli utensili più frequenti era il giravite. Lo abbiamo riscontrato in molte professioni diverse. Le chiavi maschio piegate Rainbow attirano subito l’attenzione. Abbiamo visto le chiavi maschio piegate e i giraviti in diverse professioni. Su un trapano abbiamo trovato degli inserti..

 

Domanda n. 5: In quale professione viene utilizzato l’utensile?

Nicolas Gerber, apprendista meccanico di produzione, 2° anno di apprendistato:

Ho visto utilizzare vari utensili dal tecnico di refrigerazione.

Corinne Gurtner, apprendista commerciale, 2° anno di apprendistato:

Muratore/muratrice, polimeccanico/a, montatore/trice di avvolgibili, installatore/trice elettricista, meccanico/meccanica di biciclette, progettista, meccanico/meccanica di macchine agricole.

 

Joël Tellenbach, apprendista polimeccanico, 3° anno:

Principalmente in professioni artigianali, ad es. polimeccanico/a.

 

Domanda n. 6: Perché viene usato proprio questo utensile?

Corinne Gurtner, apprendista commerciale, 2° anno di apprendistato:

Perché il giravite VDE è prodotto appositamente, ad esempio, per l'installatore/trice elettricista.

Dario Flükiger, apprendista tecnico di automazione,1° anno di apprendistato:

È facile rispondere a questa domanda: L’utensile aiuta i partecipanti a risolvere il compito richiesto in modo efficiente e rapido.

Silvan Feldmann, apprendista tecnico di automazione, 3° anno di apprendistato:

I montatori e le montatrici di avvolgibili hanno un utensile speciale: si tratta di un cacciavite a taglio che è curvo nella parte anteriore. In questo modo è possibile installare le singole parti degli avvolgibili con estrema facilità.

 

 

 

 Domanda n. 7: L'uso dell’utensile ha prodotto un buon risultato?

Mario Eymann, apprendista meccanico di produzione, 3° anno di apprendistato:

Penso proprio di sì, le chiavi maschio piegate sono una delle migliori invenzioni e possono essere utilizzate ovunque.

Jonas Widmer, apprendista commerciale, 3° anno di apprendistato:

Il montatore/trice di avvolgibili ha utilizzato un giravite con uno stelo lungo per fissare le viti negli incavi sopra la finestra. Così è stato possibile montare gli avvolgibili, quindi l'uso dell'utensile ha avuto successo.

Florence Gammeter, apprendista polimeccanica, 1° anno di apprendistato:

Sono convinta che l'utilizzo dell’utensile sia stato un successo.

 

Qui trovate altre impressioni:

 

 

#SwissSkills #Berna #campionisvizzeri #campionessesvizzere #formazione #apprendisti #formazioneprofessionale #workwiththebest #formatoriprofessionali #formatriciprofessionali #AFC #professionaisti #velocità #pressione #concentrazione

    Share this article
    ShareTweetShareEmail
    Visit
    Abbonati alla newsletter