05.03.2021 | In primo piano

Basta che sia rosa? Cosa chiedono davvero le donne a un buon utensile

Già da anni i produttori di utensili per il fai-da-te hanno iniziato a rivolgersi anche al pubblico femminile. Sempre più spot pubblicitari ci mostrano donne che limano e avvitano per realizzare piccoli e grandi progetti della vita quotidiana. E questo è positivo. Ma quasi nessuno, fino ad oggi, si è preoccupato di analizzare seriamente le esigenze femminili in fatto di utensili. È ora di rimediare con qualche dato statistico!

    Rosee prospettive

    I primi utensili «per lei» proposti dai negozi specializzati rispecchiavano fin troppo chiaramente i pregiudizi dell’epoca.
    Molti produttori sembravano convinti che le donne, nella scelta di un utensile per il fai-da-te, guardassero esclusivamente all’aspetto del prodotto – con una forte predilezione per determinati colori e disegni. Risultato: al pubblico femminile venivano offerti articoli economici di scarsa qualità, ma in compenso di un bel rosa acceso e con tanti fiorellini colorati.

     

     

    Uno studio di «gender marketing» promosso da PB Swiss Tools (Gender Marketing von Qualitätshandwerkzeugen, Claudia Schweizer, 2013) ha dimostrato l’inconsistenza di questi pregiudizi: non è affatto vero che le donne amino particolarmente il rosa – e tanto meno che scelgano gli utensili secondo criteri principalmente estetici.
    Anzi: molte consumatrici evitano consapevolmente gli utensili che si rivolgono in modo esplicito a un pubblico femminile.

     

    Le donne sono esperte di fai-da-te

     

    Quello che le donne chiedono veramente ai loro utensili sono qualità, ergonomia e un design intelligente. Li acquistano per gli stessi scopi degli utenti maschi e li scelgono quindi con gli stessi criteri: vogliono che siano pratici e sicuri da maneggiare, affidabili e di lunga durata.

     

    Differenze da toccare con mano

    Certo, le donne sono anatomicamente diverse dagli uomini.
    Ma ... conta veramente?

    In media, le mani femminili sono più piccole di quelle maschili. Il modo in cui usano un cacciavite o un altro utensile manuale però è lo stesso. Entrambi i sessi approfittano per esempio di un’impugnatura abbastanza grande, che distribuisca uniformemente su tutto il palmo la pressione esercitata durante il lavoro. Le donne se ne avvantaggiano anche da un altro punto di vista: l’impugnatura grande ottimizza infatti anche la trasmissione della forza.

     

    Utensili di qualità per tutti (e tutte)

    Noi di PB Swiss Tool non diamo spazio ai pregiudizi. I nostri utensili di qualità sono pensati per soddisfare qualsiasi utente – uomo o donna che sia. Per tener fede a questa promessa, coltiviamo il dialogo con i consumatori e le consumatrici, ci informiamo sulle loro esigenze e ottimizziamo costantemente i nostri prodotti.

    Share this article
    ShareTweetShareEmail
    Visit
    Abbonati alla newsletter